06/12/11

Ville Savoye, Poissy



Sono mesi che ho cominciato questo post e ancora non mi ero decisa a pubblicarlo...Eh già, sempre la solita pigrizia!

Non ho mai amato molto festeggiare il mio compleanno, le grandi feste non fanno per me, ma una bella gita ad una delle case più famose di Le Corbusier decisamente sì!

Era da un sacco che volevo vederla dal vivo, Ville Savoye, che meraviglia!

Si arriva alla villa dopo aver attraversato un piccolo bosco. Dalla strada non è visibile, appare dal nulla come se fosse una navicella spaziale appena atterrata in una radura tra gli alberi, una scatola bianca sospesa su pilots sottili.
Mi ha sempre ricordato un UFO di quei film degli anni '60, così leggera, quasi fosse di carta!

Le Corbusier la costruisce tra il 1928 e il 1930 per i coniugi Savoye, " ...questo edificio racchiude una gran quantità di idee, incarna un mito di vita moderna ed echi del passato...La forma di un edificio viene compresa man mano che la si attraversa, un medesimo edificio varia con le condizioni atmosferiche e con la luce. Movimento e cambiamento sono molto vicini al cuore della concezione della villa Savoye, una descrizione dell'edificio è condotta al meglio sotto forma di promenade..." ( l'architettura moderna, WJR Curtis)

Questa villa riassume perfettamente i Cinque Punti di una Nuova Architettura formulati da Le Corbusier nel '26:

1-I pilots, che liberano il terreno e permettono una maggior libertà di disposizione degli interni svincolando l'edificio dalle pareti portanti.
2-Il tetto giardino
3-Pianta libera.
4-Facciata libera.
5-Finestra a nastro, qui estremamente efficace poichè unifica i quattro lati dell'edificio.

Riassumo molto brevemente la descrizione dell'edificio:

Al piano terra, nella parte più interna circondata dal vialetto d'accesso per le auto, si trovano l'ingresso con l'inizio della rampa che attraversa tutto l'edificio, la scala di servizio, gli alloggi dei domestici ed i garage.
Percorrendo la rampa si arriva al primo piano, il piano nobile. C'è un grande salone vetrato che si affaccia su un cortile con un'apertura che orizzontale che simula le finestre a nastro che percorrono gli altri tre lati dell'edificio; la cucina( questa non la fanno mai vedere sui libri, è una delle parti che mi è piaciuta di più!), la camera degli opspiti e quella del figlio dei Savoye ed il pezzo forte: la camera di Madame Savoye con annesso boudoir e il bagno aperto sulla camera con una vasca in mosaico azzurro, davvero fighissima!
Nei bagni c'è il bidet! I Savoye e Le Corbusier hanno tutta la mia stima anche solo per questo!
La scatola principale è sormontata da volumi curvi in cui è ritagliata una piccola finestra che incornicia il cielo blu.
Tra le cose che più mi hanno colpito, a parte l'ovvia spettacolarità dell'edificio, ci sono i colori delle stanze, gli interni sono caldi e accoglienti e l'estrema luminosità data non solo dalle finestre, ma anche da lucernari che, come la finestra sul tetto, sembrano incorniciare il cielo.

Ho anche scoperto che la villa non è mai stata davvero abitata dai Sovoye e che durante la seconda guerra mondiale era stata adibita a magazzino per le munizioni...
Attualmente non è in condizioni perfette, ho trovato carente soprattutto la parte del giardino sul tetto, non c'è nemmeno un fiore e le poche piante sopravvissute non mi sembravano proprio piene di vita, un vero peccato!

Gli esperti d'architettura mi scuseranno per il riassunto un po' semplicistico, ma ho cercato di fare un sunto che desse un'idea minima della villa senza sfinire a morte i lettori meno interessati...



















































17 commenti:

Carmen ha detto...

ma è stupenda! molto belle anche le foto!

PinkVale ha detto...

che figah questa casa, confesso di non amare troppo i pilots, anche se capisco che si tratti proprio di uno dei suoi maggiori elementi caratterizzanti. Invece splendido il giro di falsi finestroni che racchiudono il giardino, hai ragione, quest'ultimo è proprio desolato, ci vorrebbe poco a mettere qualche geranietto per dare un filo di colore! impressionanti invece bagno e cucina che, contrariamente al resto delle camere modernissime, denunciano l'età effettiva della casa. Insomma, l'edificio in sè è attualissimo, tranne per alcuni piccoli particolari spiazzanti. Voglio tutte le poltrone e la mitica chaise long :-) e che carina che sei pure tu, che mi spunti negli scorci con faccina da folletto

verdementa ha detto...

Wow Irene!! Proprio una bella gita, da intenditrice :)
E complimenti x le foto, sono bellissime!!

irene ha detto...

@Carmen: per le foto è tutto merito di Paolo!

@PinkVale: si, bagni e cucina lasciano trasparire gli anni che ha, il resto invece è quasi impensabile che sia della fine degli anni '20!

irene ha detto...

@Verdementa: è stat una splendida giornata, Questa casa è di una bellezza assurda e poterci entrare è stato un po' surreale dopo averla vista sempre sui libri!

alicevr ha detto...

Anche io dopo averla vista sui libri allo sfinimento spero di vederla dal vivo :)
Bellissimo post, che fa un sunto perfetto degli elementi sostanziali!

irene ha detto...

@Alicevr: grazie Alice, sono contenta di essere riuscita a spiegare la villa senza eccedere nei dettagli! Comunque merita davvero, camminare al suo interno è davvero emozionante!

V and S (zuckerfrei). ha detto...

Quanto piacerebbe anche a me visitarla :) Mi è piaciuto molto come ce l'hai 'raccontata' :)
e' sempre un piacere passare di qui!

BaiLing ha detto...

Ciao amica,
pur non amando molto questo genere di architettura ho letto il tuo post molto volentieri!
E il bidet negli anni '30 devo dire che si merita davvero tutta la nostra stima :-D
Baci :-***

irene ha detto...

V&S: se vi capita di andare a Parigi ve la consiglio! Non è molto distante dalla città, ma non saprei darvi indicazioni sui mezzi per arrivarci perchè io sono andata in macchina...
baci

@BaiLing: eh sì, decisamente! se poi pensiamo che le odierne case parigine ne sono sfornite è ancora più straordinario!
baci

The life after ha detto...

Post molto interessante!!

The Life After

Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta ha detto...

un posto strepitoso

http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

kcomekarolina ha detto...

stupende foto!!!


xoxo from rome
K.
http://kcomekarolina.com/

fruhlingdesign ha detto...

meraviglia di posto. e complimenti per le foto. durante le vacanze mi sbircio per bene il tuo blog, nel frattempo auguroni di buone feste

simo

BaiLing ha detto...

Auguri amica!!!

MILLY ha detto...

adoro adoro adoro queste foto..e poi..grande classico dell'architettura moderna! non potevi spiegare meglio ogni dettaglio! baci cara

Carmen ha detto...

c'è un piccolo premio per te sul mio blog :)