31/03/11

Musée d'Orsay

Sarò banale, ma il Museo d'Orsay è uno musei che preferisco della capitale francese ed è sempre un piacere fare un salto a visitarlo!
Proprio qui si trova anche il mio quadro preferito : "La toilette" di Henry de Toulose-Lautrec ( la quarta foto).

Lautrec è un artista che amo particolarmente assieme a Gustav Klimt e tutto il gruppo legato alla Seccessione Viennese ( Otto Wagner, Joseph Olbrich,Josef Hoffman, Koloman Moser...),e alla scuola del Bauhaus ( da Gropius a Mies van der Rohe, c'è solo l'imbarazzo della scelta!). Direi che in generale amo molto l'arte che va dall'ultimo ventennio del '800 alla prima metà del '900.

Per restare in tema di musei preferiti e di arte austriaca/tedesca, se avete in previsione un viaggio a New York vi consiglio, oltre ai più famosi, una piccolo gioiello museale : la Neue Gallerie, sulla quinta strada vicinissima alla Frick Collection e al Guggenheim.
Potrete ammirare una splendida collezione di opere sia pittoriche che di arredo, ma anche gioielleria, ceramiche e altre arti decorative, degli artisti della Seccessione e non solo ( ho adorato la parte dedicata al Bauhaus con gli arredi di Marcel Bruer... Sbav!).
Ok ho divagato parecchio, magari dedicherò un post apposito a questa galleria...

Tornando al Museo d'Orsay, purtroppo le foto che abbiamo scattato ai quadri hanno i colori un po' falsati...












































18 commenti:

VerdeMenta ha detto...

Ho adorato questo museo, è stata un'emozione fortissima vedere tutte quelle opere meravigliose, una dopo l'altra, dopo averle solo studiate sui libri :)

Laura ha detto...

E' il mio museo preferito, ci sono andata almeno 4 volte e ad ogni visita ho amato quadri diversi.E' la mia cartina di tornasole degli anni che passano...

Marzia_ ha detto...

Anchio ho adorato questo museo...opere stupende!

songshu ha detto...

Haha ma NON SI POSSONO FARE LE FOTO LI! :D mi sono presa un paio di sgridate e ho lasciato perdere (mentre dietro di me dei giapponesi continuavano imperterriti a scattare).
Concordo, è un museo meraviglioso.. una delle cose che più ho apprezzato di Parigi. Il mio quadro preferito credo sia Dante e Virgilio di Bouguereau, e quel poco che c'è di Hammershoi!

ValeF ha detto...

Con il "Bal au moulin de la galette" hai colpito e affondato... mai stata a Parigi, mai ammirato il pallore della pelle di Olympia dal vivo.. tutto ciò mi manca.. ora ho una voglia matta di andarci, anche se i francesi di solito non mi fanno impazzire di simpatia..

irene ha detto...

@Verdemente: anch'io! vederle dal vivo è tutta un'altra cosa!

@Laura: è vero, si scopre sempre qualcosa che la volta precedente non si era notato!

@Marzia: sì, una più blla dell'altra!

@Songsu: no si poteva, era solo proibito il flash! o forse c'era solo un guardiano molto pigro...

@Vale: così non va bene, devi assolutamente andarci! io non amo molto i parigini, se la tirano un po' secondo me...Nal resto della francia invece ho incontrato gente molto cordiale.

ivabellini ha detto...

mi piace il Renoir della festa all aperto, almeno..credo si tratti di quel pittore, è così?

Lela - seaseight ha detto...

Oh ma che splendore! Non ci sono mai stata e mi piacerebbe tanto!!

BaiLing ha detto...

Anche io adoro Klimt, specialmente i Serpenti d'acqua!!
Ma la ragazza della nona foto stava dipingendo all'interno del Museo?!
Che invidia! E che bella la sua interpretazione del quadro!
Io nonostante stia per iniziare il secondo livello di un corso di acquarello sono un vero disastro con i pennelli e quindi rimango incantata di fronte a chi ha questo dono!

irene ha detto...

@Ivano: sì sì, è proprio Renoir! Il quadro s'intitola " Bal au molin de la Galette". bellissimo davvero!

@Lela : devi assolutamente andarci! già l'ambientazione è favolosa, una vecchia stazione ferroviaria adattata a museo!

@BaiLing: Un corso di acquarello, che bello! E' un tipo di coloro che mi piace moltissimo, permette di ottenere delle velature bellissime.
La ragazza penso fosse una studentessa di qualche scuola d'arte, ne ho visti diversi anche al Louvre. Però non ho ben capito cosa fosse quel "tampone" bianco che tiene in mano, forse qualcosa per pulire le sbavature o per sfumare...

fra_zz ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
irene ha detto...

@Fra_zz: Devi assolutamente andarci, ti piacerebbe un sacco e sicuramente troveresti degli angoli caratteristici dove scattare le tue bellissime foto!
bacione

Chiara ha detto...

Deve essere meraviglioso.
Rosico come una pazza perché non ci sono ancora stata, ma è una lacuna che voglio colmare il prima possibile.
Intanto vedo come all'estero la gente non solo si gode le opere d'arte, ma ci si mette di fronte studiandole e lasciandosi andare all'ispirazione. Anche al Tate Museum c'erano decine di ragazzi seduti a disegnare, a copiare o a interpretare le opere. E' bellissimo, è la dimostrazione più palese che l'arte è qualcosa di vivo.
In Italia invece ho quasi sempre visto scolaresche annoiate o gente che guardava con sguardo vitreo le opere. Che tristezza.
Un bacio Ire, e grazie per questi post!

tuzifashiontips ha detto...

Il mio museo preferito di Parigi!!!lo adoro!!!!

irene ha detto...

@Chiara: eh putroppo hai ragione, all'estero i musei hanno tutta un'altra considerazione e sono vitali! Qui invece vengono sempre presentati come qualcosa di noioso e polveroso... E dire che con tutto il ben di Dio artistico che ci ritroviamo, sfruttandolo nel modo corretto, la cultura potrebbe autosovvenzionarsi, che in epoca di tagli coma questa sarebbe davvero una gran cosa!

@Tuzi: è sempre bellissimo, già la struttura in se è affascinante quando poi ci metti tutti quei capolavori non può che essere un posto meraviglioso!

Anna ha detto...

che bello, sto prenotando il viaggio per parigi e l'unica tappa obbligata è appunto il museo d'Orsay perchè era chiuso quando sono stata a parigi!!

Anna ha detto...

visto che si sei stata da poco, sai mica se è possibile prenotare il biglietto su internet e se è consigliabile? Ci vado a fine aprile soprattutto per questo museo e vorrei evitare code =)

Giorgia Student-Flair Blog ha detto...

Quando sono stata a Parigi, non andai al Louvre né al Centre Pompidour, la mia scelta ricadde proprio sul Museé d'Orsay e ne fui contenta. Poter ammirare i Renoir da vicino, una delle versioni dei "Girasoli" di Van Gogh é stata una delle esperienze che ricordo con più entusiasmo. Inoltre la vecchia stazione dei treni, ristrutturata da Gae Aulenti é strepitosa, si presta bene a passarvici una giornata piovosa immersi tra i quadri e il meraviglioso café situato dietro l'orologio.