28/10/12

L' Avana part 1


In questa fredda domenica milanese la voglia di partire per un caldo paese esotico è forte..
Anche se il bel tempo non è certo mancato negli ultimi mesi (ammettiamolo, la voglia d'inverno un po' c'è, voglia di camino acceso, di maglioni pesanti e cappotti!), io sono una da climi miti e il mio pensiero fisso è sempre quello di partire alla volta del mare e di bianche spiagge assolate dove cuocermi per bene stile aragosta!
Per ora mi limito a sognare il sole dei caraibi lasciandovi un piccolo assaggio del nostro viaggio a Cuba dello scorso gennaio.

Ero già stata a Cuba qualche anno fa, ma ero stata solo al mare.
Questa volta invece abbiamo girato parecchio, è stata una vacanza stancante (mi sono anche ammalata...), ma ne è valsa davvero la pena!

Non sono un’amante dei viaggi organizzati perché credo ti impediscano di vivere davvero il paese in cui ti trovi, li ho fatti spesso in passato, quando ero più piccola e ho sempre avuto l'impressione che ti propongano un'esperienza artificiosa, un'immagine di quello che il turista si aspetta in un dato paese, ma che difficilmente rispecchia la sua vera realtà.
Con questo non voglio certo dire che bisogna buttarsi in un viaggio senza un piano preciso o senza organizzare per bene i dettagli di una vacanza. Anzi, l'aspetto organizzativo è fondamentale, bisogna avere le idee molto chiare e soprattutto bisogna informarsi bene sul paese dove si sta andando, sulla sua storia, le usanze e , cosa fondamentale, sul cibo.
Buttarsi senza saper bene dove si sta andando può anche essere molto rischioso, soprattutto quando si visitano paesi molto differenti dal nostro e che hanno una situazione politica difficile.
Per i turisti Cuba non è un paese pericoloso e si gira con facilità, bisogna stare solo attenti alle truffe, ma si sa, quelle ci sono un po' dappertutto!

L'ho trovata comunque migliorata rispetto al mio primo viaggio, meno opprimente verso la popolazione e con delle piccole aperture in campo economico, ad esempio l'apertura di alcune imprese private, come ristoranti e case particular (sorta di B&B) .
Il peso della dittatura è comunque innegabile nonostante l'immagine che la propaganda del partito continua a mettere in primo piano.
La gente , ovviamente, non parla volentieri di questi argomenti e quando lo fa è o per tessere le lodi di Castro o per parlarne malissimo, l'unica cosa su cui tutti concordano è Che Guevara, eroe assoluto della storia nazionale.
L'argomento è ovviamente più complesso e non mi sembra questo il luogo per approfondirlo, queste sono solo le impressioni che ho avuto durante la mia vacanza.

A causa della sua storia Cuba è una realtà completamente a sé, sembra di vivere in un’altra epoca, da un lato è molto affascinante dall'altro spaventa e attrae allo stesso tempo.
L'Avana è bellissima, ogni palazzo è un piccolo capolavoro d'architettura coloniale e, anche quelli che cadono letteralmente a pezzi hanno un fascino tutto loro e non puoi fare altro che fotografarli e chiederti per quanto tempo ancora mostreranno al mondo il loro splendore!

P.s. se dovete prenotare un biglietto aereo e volete farlo su eDreams, potete farlo cliccando qui o direttamente sul banner a sinistra!


6 commenti:

Laura ha detto...

penso che l'adorerei

Eva ha detto...

Che posto spettacolare :-DDD

Lela - seaseight ha detto...

Come scrivi tu, L'Avana è per certi versi affascinante dal punto di vista architettonico... ma se devo essere sincera, a me non ispira! Non è tra le mete che voglio vedere nella vita :)

Angela ha detto...

...come al solito le tue foto sono stupende e mi fanno sognare...

mi piacerebbe visitare Cuba ma non è in vetta alla mia classifica...

un bacio!

TheSweetColours ha detto...

Che bel posto!

Stella ha detto...

Bellissime foto, sono stata l'anno scorso a Cuba, l'architettura è sicuramente interessante, peccato per l'incuria.

http://thestyleattitude.blogspot.it/