14/02/12

Chiacchiericcio cinematografico

Oggi è S.Valentino, eh già come dimenticarlo...
Io ci sto provando, ma è ovunque ed ignorarlo è quasi impossibile!
E' una festa che non mi piace, si era capito?
Va bè, che fate in questa festosissima giornata? Io nulla, magari un giretto ( sono di nuovo a Parigi) e aspetterò che Paolo torni dal lavoro. Devo pure fare la spesa, uff...Grande vitalità quest'oggi!
In questi giorni non ci siamo mossi molto da casa e abbiamo passato i pomeriggi a guardare film e telefilm causa influenza...

Abbiamo cominciato con la seconda serie di Sherlock: bello, ci piace(perchè solo tre puntate?!!) ,me tutte ste grida al capolavoro mi sembrano esagerate. Un po' ripetitivo secondo me.

Poi siamo passati al Gatto con gli stivali: come non amare quel dolce felino?! Poi è identico al mio piccolo Dodo, quindi decisamente promosso! Anche se mi aspettavo qualche risata in più e l'uovo mi inquietava parecchio...

E' ora il turno di un film datato: Dieci piccoli indiani, quello del '65, tratto dal celeberrimo libro di quella geniale scrittrice che è stata Agatha Christie.
Nonostante avessi letto il libro un milione di volte ho guardato il film con piacere e mi sarebbe anche piaciuto se non fosse stato per il finale.
No, ma veramente? Ma chi è il genio del male che si è sentito in diritto di cambiare il finale perfetto della Agatha? Quel capolavoro di finale pieno d'angoscia, senza speranza né redenzione per nessuno? Questi mi fan spuntare la coppietta felice che vince la morte perchè si ama?!!! Ma vaffa...
Tra l'altro succede la stessa cosa anche nel successivo film del '74 il cui titolo era "...e poi non ne rimase nessuno", ma con un titolo del genere ti pare che puoi far sopravvivere non uno ma ben due personaggi?! Ma vi sarete posti qualche domanda?! Agatha si rivolta nella tomba...

Paolo ha poi cercato di costringermi a vedere un documentario sulla morte di Michael Jackson... ma anche no!
Con tutto il rispetto per Michael, che continuo ad adorare nonostante la dipartita, degli intrighi attorno alla sua morte non me ne può fregare di meno , fosse stato un documentario sulla sua vita l'avrei guardato molto volentieri e avrei pure canticchiato qualche canzone con balletto annesso! Pensa un po' che meraviglia...
Paolo l'ha scampata bella!

Ma forse sarebbe stato meglio guardare " la vera storia della morte del re del pop" perche dato il mio rifiuto siamo finiti a vedere Millenium: uomini che odiano le donne.
Che poi perchè si chiama così? visto che la cosa che appare subito chiara è che in realtà quelli ad essere odiati sono gli uomini, desritti con tutti i più classici clichè: porci depravati e se sono ricchi ancora più depravati, perchè si sa il denaro è malvagio!
Ora, so che è un film che è piaciuto a molti, percui non offendetevi per il mio giudizio negativo, che poi suvvia è poi solo il mio giudizio, no? Però è il mio blog e ho il diritto di scrivere che 'sto film mi ha fatto schifo senza dovermi sentire in colpa. Please non offendetevi!
Premetto che non ho letto i libro da cui è stato tratto, ne ho visto la precedente versione svedese percui lascio uno spiraglio aperto, magari quelli erano meglio.
Noioso, scontato, già si capisce tutto nei primi 5 minuti! Lei mi fa senso conciata in quel modo, per carità bravissima attrice, ma mi fa impressione. Se le cerca deliberatamente e non mi fa pena nemmeno un po'! Tra l'altro è solo una mia impressione o la giovane Herriette ( non son sicura si scriva così o che si chiami così...) è sempre lei? Perchè se così non fosse hanno fatto in modo che le somigliasse parecchio, con le sopracciglia ovviamente.
Invece Herriette da grande è la moglie di Sean in Nip/Tuck! Grande!
Daniel vabè, mi piace non posso negarlo anche se devo ammettere che il sosia belloccio di Putin è parecchio invecchiato in questo film, è una mia im pressione? Meglio il muscolazzo di Bond...
La scena più bella del film, quella che mi ha fatto pensare "ok, valeva la pena vederlo solo per questa" è quando lui e Rooney Mara ( ma che nome è?) sono a letto, lei è sopra e tutta ansimante lui scazzatissimo parla di tutt'altro senza nemmeno accorgersi di cosa stia facendo lei. A cosa finita lui la sposta e torna parlare amabilmente dei cazzi suoi come se niente fosse successo ahahahha bellissima davvero!


Ed infine abbiamo cominciato a vedere Moneyball con il bel Brad Pitt che per l'occasione ha pensato bene di tagliarsi la barbetta caprina. Faccio un appello: fatelo recitare di più che conciato in quel modo non si può guardare, salvatelo da Angelina!
Va bè, per ora posso dire che è proprio carino, un classico film made in Usa sullo sport, ma bello!
Un film che ti guardi volentieri pur non aspettandoti gran colpi di scena.

In coda, ma come si suol dire teniamoci il meglio alla fine, c'è Shame ( forse lo vedrò stasera) anche qui ho sentito un sacco di pareri positivi, ma da quanto ho letto mi sembra un film più nelle mie corde, vi farò sapere! E poi Michael Fassbender merita parecchio...

A proposito di cinema, io non ne sono una gran consumatrice, ma vi lascio il link del blog del mio zietto che invece se ne intende!

Buon S.Valentino hehehehehe!

8 commenti:

Girovaga ha detto...

Beh dai non è poi così male passare S. Valentino o qualsiasi altro giorno della vita a Parigi...quindi dai un taglio alle serie televisive, ai docu-films e ai cortometraggi e fatti un bel salto fuori...o no?! :)) Baci

Juliette ha detto...

Shame sembra bello, ma difficile; ho provato a guardarne pochi minuti ma già mi stavo annoiando. Aspetterò il momento giusto!

Per quanto riguarda Millenium, non mi pronuncio: non mi era piaciuto neanche quello originale, figuriamoci se mi piacerà questo!

Buon San Valentino e grazie per questi consigli!

irene ha detto...

@Girovaga: Parigi non è male affatto, in nessun giorno dell'anno! Il problema è che oggi sono da sola e mi annoio un po'...
baci

@Juliette: Dici che Shame è noioso? che brutta notizia, mi sembrava d'aver capito che fosse molto veloce invece... Mi consola sapere che non sono l'unica a non aver gradito Millenium!
baci

Carmen ha detto...

Cara non sai come ti invidio, in questi giorni mi è presa una gran nostalgia di Parigi (e pensare che la prima volta che ci son stata non mi era piaciuta poi tanto), vorrei tanto tornarci quindi mi aggrega al primo commento: basta TV e vai di passeggiate.
P.S. Anche io odio San Valentino, non vedo l'ora che arrivi domani :P

BaiLing ha detto...

Ciao amica!
Uomini che odiano le donne versione Hollywood è davvero orribile!
Perfino gli svedesi erano riusciti a fare di meglio, e la versione svedese non era certo un capolavoro.
Io i libri li ho letti ed adorati tutti e tre, quindi questi scempi che hanno fatto del lavoro di Stieg Larsson mi intristiscono non poco!
Baci :-***

BaiLing ha detto...

P.S. Ma tuo zio è a Berlino al festival del cinema?!?
Che figata!!!

irene ha detto...

@Carmen: alla fine sono uscita! Paolo per fortuna si è ripreso dall'influenza e siamo riusciti a fari qualche giretto!

@BaiLing: oh, finalmente trovo qualcuno che ha letto la trilogia! Sono contenta di sapere che è tutto un altro livello rispetto al film, perchè ci ero rimasta parecchio male...
Si, mio zio è a Berlino, oltre al blog ha anche una rubrica su GQ e una su Myself, è giornalista, ma prima si è sempre occupato d'altro.
PS: sto procedendo con le vcronache del ghiaccio e del fuoco, sono peggio di una droga!

Girovaga ha detto...

Non ci avrai mica abbandonato....vero?!

Ciao