18/06/11

Striped skirt

Credo che non imparerò mai a capire il tempo di Parigi.
Cambia all'improvviso e io resto puntualmente fregata...Mi vesto sempre o troppo leggera o troppo pesante!
Più che altro, per paura di predere freddo, visti i nuvoloni che si aggirano spesso nel cielo parigino, mi copro di tutto punto per poi schiattare di caldo quando il sole fa capolino.
Questo era l'outfit per un pomeriggio in giro per negozi, ma l'aria era bella frescolina e così mi sono cambiata, sostituendo la gonna con dei jeans e mettendo una giacchina di pelle un po' più pesante. Non vi sto a dire il caldo che ho patito...

















( top: Intimissimi; skirt and necklace: H&M; jacket: Mango; sandals: Sonia Rykiel )

13 commenti:

ValeF ha detto...

ciao, cara, ma che bel top viola! come dire, con me sfondi una porta aperta! mi piace un sacco anche questo tuo trench di mango e i sandalini. L'unica cosa che non vedo tanto qui è l'accostamento con la mini a righe, secondo me il top sta meglio con i jeans che hai scelto di indossare dopo. La gonna a righe la vedo meglio con qualcosa senza il pizzo, o meglio, con un altro tipo di pizzo e colore. Una canottina bianca con una lavorazione ad uncinetto/piccolo punto, qualcosa con trafori più "grossi", come dire, non sarebbe male. Le righe poi le vedo abbinate anche ai classici colori marinari, come il rosso o, se le righe sono nere, anche un blu elettrico o uno di quei gialli pastello che vanno adesso. Forse è una mia paturnia personale, ma il viola con il pizzo qui mi lascia pensosa... Ti mando un bacione. Pensa che bello questo top con un paio di shorts lilla più chiari o anche verde brillante e accessori cuoio..

ivabellini ha detto...

Mi piace l ultima foto, con lo sguardo tipo "guarda che te meno", con un catename a dischi come i serpenti a sonagli, una bellissima camicetta ricamata e aderente, studiatamente messa con un reggiseno di quelli fatti per alzare e modellare il seno, così dovevi girare per Parigi...altro che coprire! portati semmai un capo tecnico in goretex leggerissimo che si può ridurre in dimensioni ridottissime da mettere in borsetta per evitare il vento freddo quando questo è presente.
Coprire un italiana così è un reato! io ti ritirerei il passaporto per il reato di occultazione del propio corpo :)
Tu pensa sei fossi nato in Arabia Saudita....

irene ha detto...

@Vale: Ciao carissima! Le tue ideuzze mi piacciono parecchio, me le segno! L'abbinamento del top con degli shorts di un tono più tenue o verdi mi piace proprio, a me comunque piaceva l'idea di abbinarlo con la gonna a righe proprio perchè non centrano un tubo l'uno con l'altra... Volevo evitare i soliti abbinamenti marinari, anche se l'idea iniziale era quella di abbinarci una tee un po' larga, ma mi stava davvero malissimo e ho lasciato perdere...
Il top non lo metto quasi mai perchè è molto aderente ed è di un tessuto che segna da morire, però è un peccato perchè il colore mi piace molto! Proverò con i tuoi consigli!
Bacione

@Ivano: davvero ho lo sguardo "mo te meno"? Era un tentativo di espressione seria hehehe...
sai che l'idea di portarsi dietro un capo super tecnico e leggero è davvero ottima, mi devo attrezzare, mi risolverebbe un sacco di problemi!
Grazie per i bei complimenti che mi lasci sempre!
Decisamente l'Arabia Saudita non sarebbe stato il tuo paese ideale...Ma magari avresti scoperto anche i lati positivi ( se ci sono...) di tutte quelle bardature!
PS: Eh il reggiseno imbottito è d'obbligo haimè...Però in estate me ne frego abbastanza e vado sui costumi a triangolo senza imbottitura, gli altri ci mettono una vita ad asciugarsi!
bacioni

ivabellini ha detto...

Grazie a te Irene, ti dico subito quello che ho scoperto di tecnico:
http://www.bikesportadventure.com/product/18629/Gore-Bike-Wear-Giacca-COUNTDOWN-AS-LADY-black-black-white.html

http://www.bikesportadventure.com/product/18176/Gore-Running-Wear-Giacca-AIR-III-LADY-black.html

entrambi sono per donna ma il primo è per ciclismo, il secondo per la corsa.
Hanno il collo alto che ti protegge il collo, neri che vanno bene su tutto, dovresti entrare in un negozio sportivo e valutare lo spessore di queste giacche, altrimenti se fossero un pò spesse non riusciresti a farle stare comodamente nella borsa ;)
Ci sono anche mantelline in goretex leggerissime, ma quelle riparano dal vento e dall acqua, non dal freddo.

Angela ha detto...

io sono uguale a te per quanto riguarda le "valutazioni" sul tempo e sul cosa indossare...essendo molto freddolosa finisco per coprirmi in modo esagerato...ti faccio ad esempio anche in pieno agosto ho sempre con me una giacchina a maniche lunghe e una sciarpina... -_-

comunque, tornando all'outfit...a me questo apparente contrasto tra canotta con dettagli in pizzo e la gonna a righe mi stra piace...così come l'abbinamento di colori diversi... io sono decisamente monotona quando si tratta di colori da abbinare!

un bacio tesoro!!!

BaiLing ha detto...

Io con il tempo un po' incerto di solito opto sempre per l'opzione "morire di freddo"!
Mi capita rarissimamente di vestirmi troppo pesante anche perché, se posso tollerare in qualche modo il freddo, patire il caldo è una cosa che mi uccide veramente!
La gonnina a righe mi piace tantissimo e ne sto riadattando una vecchia anche io, longuette stile Prada: ora è dalla sarta a modificare il giro vita dato che risale ai miei 16 anni!

Baci amica e buon we :-***

Lela - seaseight ha detto...

Adoro queste minigonne/gonne "stile Prada" di questa stagione. Beata te che hai il fisico per permettertele!! :)
Stai veramente bene.

Io solitamente mi vesto "a cipolla", ossia a strati. così almeno se ho caldo posso infilare il golfino nelle borsa :)

Chiara ha detto...

Irene, sonosoloinvidiosa!
9 donne su 10 con quella gonna sarebbero sembrate sosia di Platinette (ohimè, effetto delle righe orizzontali), tu invece riesci a portare benissimo tutto con quel bel fisico che ti ritrovi, beata te!
Io avrei messo una canotta nera puntanto sull'effetto B&W, ma anche quella che hai scelto è molto carina.
Oggi io e Fede siamo passati davanti alla vetrina della signora truffaldina e ti abbiamo pensato <3!

irene ha detto...

@Ivano:sono carine entrambe, dovrei vederle dal vivo per farmi un'idea del peso e di quanto spazio occupano piegate...
Pensavo di andare da decathlon a dare un'occhiata, magari trovo qualcosa di economico su questo genere!

@Angela: non dirlo a me, io mi metterei la sciarpa anche in spiaggia tra un po'! La cosa che odio di più comunque è l'aereo ho sempre freddissimo e mi bardo come un eschimese!
bacioni

@BaiLing: Io sono freddolosissima invece, mi porto sempre dietro un maglione per sicurezza! Poi spostandomi tanto con i mezzi mi capita spesso di passare dal caldo afosissimo cittadino al gelo del treno con l'aria condizionata e tra i due preferisco patire un po' di caldo!
che poi sfigata come sono mi ammalo al volo!
bacioni

@Lela: grazie tesoro! anche io mi vesto sempre a cipolla e non dubbio ci metto sempre uno strato in più!
bacione

@Chiara: mi sa che la signora truffaldina è in vacanza, povera... con tutto quel lavoro si merita un po' di riposo ehehehehe!
baci

songshu ha detto...

Come te, muoio sempre di caldo perché ho il terrore di prendere freddo (è tutta colpa di mia mamma, che mi ha sempre detto cose come "vestiti che non si sa mai!").. faccio fatica a separarmi dalla canottiera della salute, sono anziana!

Ti scrivo qui la ricetta per l'hummus che mi hai chiesto qualche tempo fa, è abbastanza autorevole (mia mamma ha imparato a farlo mentre stava in Palestina):

- 250g di ceci bio precotti (puoi usare anche quelli secchi ma è un po' più lungo il lavoro, e il risultato non cambia così tanto)
- un paio di spicchi d'aglio (fresco è meglio, ma lo si trova solo a fine primavera-inizio estate)
- il succo di un limone
- 4 cucchiai d'olio d'oliva
- sale e pepe q.b.

I ceci vanno sbucciati, senza pellicina sono più digeribili e la crema risulta migliore! E' una rottura ma ne vale la pena.
Frulla tutti gli ingredienti assieme et voilà :) praticamente si fa da solo.. se ti sembra troppo secco aggiungi un po' d'acqua a filo mentre frulli (evitando litri d'olio). C'è chi ci aggiunge la tahina ma qui non si trova, al massimo aggiungo al composto un cucchiaio di semi di sesamo tostati e polverizzati!
Sopra ci va prezzemolo fresco, anche qui alcuni ne buttano quintali, io preferisco un ciuffetto decorativo e basta perchè il sapore troppo marcato non mi fa impazzire..

irene ha detto...

@Songshu: wow tesoro grazie mille!!!
Non vedo l'ora di provarla, ho proprio voglia di hummus in questi giorni!
Anche qui la tahina non si trova facilmente, credo seguirò il tuo consiglio dei semini tritati, il sesamo è un'altra cosa che adoro...
bacioni

Carmen ha detto...

io a parigi ho dovuto comprare una giacca nuova proprio per affrontare i repentini cambi climatici :/

clorofilla (zuckerfrei). ha detto...

Che strano vederti del viola addosso! Sbaglio o è un colore che indossi poco? :P